“Lo spettacolo spettacolare” Enrichetta Gnocchi

9 marzo 2016 da admin

 

 

 

ENRICA HETTA GNOCCHI

Enrichetta Gnocchi

 

 

 

“Tutto e niente in continua evoluzione.  A volte creta altre cretina ma sempre me stessa”

 

 

 

Lo spettacolo spettacolare

«Spinga, spinga, signora spinga!».

Con quelle spinte e un pianto inizio il mio spettacolo, il mio atto unico in questo Teatro, sipariooo: inizia la vita.

Tutti in scena !! Attori e attrici si affacciano sul palco dicono di essere la mia famiglia !! Ma quanti siete ??? Avanti gli altri ! Chi siete voi ?? Amici ?? Così pochi ?? Ah siete pochi ma buoni !!! Questa me la devo scrivere per quando saprò capire se quel che dite è vero.

Per esperienza so che uno spettacolo per essere bello ed entusiasmante ha bisogno di colpi di scena, di patos, di intrighi, di risate e lacrime, di un lieto fine degno di essere chiamato tale. Beh su quello spero di dirvi qualcosa tra una sessantina d’anni ancora. Abbiate pazienza ma ho un progetto di Eternità in mente.

I colpi di scena nel mio spettacolo sono addirittura inflazionati, come le lacrime, come gli intrighi.

Dovrò costruire delle rotatorie nella mia vita per far scorrere di più il traffico perché non si creino file di intrighi rispetto alle lacrime o ai colpi di scena. Chissà se l’Europa mi sovvenzionerà in questo progetto ??

Una voce dal pubblico reclama: e i sorrisi ??? Dacci i sorrisi, facce ride !!!

Quanti ne volete ??? Un Kg, due kg ?? Quanti ??? Né ho da sempre, né ho tanti quante le lacrime forse ancora di più. Li uso tutti i giorni, per me e per gli altri. Anzi ad esser sincera più per gli altri che per me.

Ancora brusio tra gli attori, tra il pubblico allora intervengo – Cosa c’è ?? Quale problema avete adesso ???
Non vi piace questo spettacolo ???

Una voce da dietro le quinte: dov’è finito l’amore ??? Tra gli oggetti di scena non c’è !!!

Ma no, guardate meglio, non può mancare l’amore, lui è ovunque, si sarà nascosto per farci uno scherzo. Via via non disperate vedrete che quando meno ce lo aspettiamo salterà fuori.

Scusate, stavamo parlando di sorrisi ??? Ah si quelli !! Devo farmi un appunto scusate ancora ma se non me le scrivo queste cose poi me le dimentico: sorridere di più a me stessa. Ecco fatto !!! Non è facile tenersi a mente tutte queste cose.

Andiamo avanti con le scene, per favore !!! Qui c’è una vita da mettere in scena, non possiamo perderla questa occasione.

Interno crepuscolo!

Ci siamo è il giorno della prima.

Tutto sembra a posto e…..SU IL SIPARIOOOOOO!

«Spinga, spinga, signora spinga!»

Sono circa 58 anni che questo spettacolo si replica e ogni replica è sempre diversa dall’altra. Cambiano attori, comparse, scenari. L’unica a cambiare pur rimanendo la stessa è l’attrice protagonista, anche il regista, però. Il copione è già scritto e anche la fine ma non possono essere svelati altrimenti fine dello spettacolo, del divertimento.

Ed io a quel punto non avrei più senso di esistere

Applausi! Grazie a tutti di aver partecipato numerosi, come sempre e, vi aspetto numerosi alla prossima replica, domani, lo spero vivamente…

Lascia un commento